Ieri l'attività degli Stati Uniti hanno recuperato alcune delle perdite chi si sono verificati al BREXIT precedente, il movimento al di sopra è stato possibile grazie il settore finanziario e energetico. Modificazione del disposizione ha seguito dopo un lieve aumento del tasso di offerta sulle posizioni di petrolio e di chiusura dalla posizione con l'obiettivo di trarre profitto. Il perseguimento di transazioni remunerative ha portato ad una preponderanza inaspettata della domanda rispetto all'offerta. DJIA ha chiuso con l'aumento 1,57%, S & P500 è salito al 1,78% e il Nasdaq - di ben il 2,13%.

I mercati asiatici non rimangono al disotto di Wall Street, hanno chiuso con il accrescimento, il Nikkei ha avuto successo grazie alla crescente yen, ha guadagnato l'1,4%, australiano ASX 200 si è aumentato di 0,6% e i mercati cinesi hanno finito questa immagine positiva con la sua Hang Seng e Shanghai Composite chi hanno ottenuto 0,7% e 0,3% rispettivamente.

Sul mercato Forex la coppia GBPUSD è scesa sotto il livello di 1.3300 siccome la sterlina è sotto la pressione di vendita ed è esposta alla reazione acuta a qualsiasi notizia per quello che riguarda la Bretagna e BREXIT. Le valute che sono orientate alla merce hanno mantenuto il livello dell'offerta, poiché i prezzi del settore energetico hanno tornato la coppia AUDUSD al livello di 0.7400. La lira turca è indebolita dopo gli attacchi terroristici nell'aeroporto nazionale, come la Turchia non sembra di essere un posto sicuro e gli investitori prelevano i loro fondi.

Adesso si valorizzano le conseguenze di BREXIT e il primo ministro Britannico Cameron ha detto, che il Regno Unito non si allontanerà dall'Europa e che i negoziati con l'UE sono stati molto costruttivi. Ma Merkel in Germania e Hollande in Francia hanno fatto il tono abbastanza misto. Merkel ha detto che non vede la possibilità di girare il referendum indietro e Hollande ha detto della necessità dei accordi per la libertà di movimento e della partecipazione in bilancio, se il Regno Unito ha alcuna intenzione di impegnarsi in un mercato unico.

Da un punto di vista economico, il presidente della BCE Draghi preannuncia che BREXIT riduca il PIL europeo allo 0,5%, e che è necessario prendere delle misure per abolire eventuali vulnerabilità che ha la BCE dopo l'annuncio dei risultati delle elezioni. D'altra parte, Nowotny sostiene che la BCE vorrà più tempo per formare ed esprimere la sua reazione a BREXIT.

Oggi, i principali rilasci dei dati quali: i mercati continueranno a seguire tutte le questioni relative all'UE, perchè il suo leader effettuerà una seconda giornata delle discussioni dei fattori economici chi avranno un impatto sull'UE e, naturalmente, il BREXIT recente ed i suoi effetti presunti , con le loro possibili soluzioni. I risultati dello stress della banca dei USA saranno il fattore abbastanza interessante, perché in loro cercheranno la confermazione del miglioramento delle banche degli Stati Uniti.I risultati buoni suggeriscono salute del settore bancario più forte, che avrà un impatto positivo sulla fiducia degli operatori di mercato.

UE

  • Il preliminare indice dei prezzi al consumo della Germania, m / m, si aspetta di essere 0,1%
  • Il preliminare indice dei prezzi al consumo della Spagna, a /a, si aspetta di essere - 0,1%
  • Il summit economico dell'Unione Europea

USA

  • Indice dei prezzi basilare di PCE dei Stati Uniti ,m / m,in attesa di 0,2%
  • Le spese personali, m / m, in attesa di 0,4%
  • Le transazione non finite per la vendita delle case, m / m, in attesa di -0,9%
  • I risultati del test dello stress bancario

Il Petrolio

  • Le scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti sono previsti per -2.300.000.

Nuova Zelanda

  • La fiducia di business in conformità con ANZ, preventivato-11.3